Pandoracampus per le università

presentation_artwork_004 presentation_artwork_004 presentation_artwork_003 presentation_artwork_004
Sempre più contenuti utili all’insegnamento e allo studio sono su internet. Con Pandoracampus, piattaforma multieditore nata su iniziativa della Società editrice il Mulino, anche i manuali per l’università e la formazione superiore vanno online, integrati con la rete e le piattaforme di elearning, completati da quanto serve per verificare l’apprendimento, approfondire, capire meglio quello che si sta studiando.

Pandora è:

  • una piattaforma che completa l’offerta didattica per gli studenti con contenuti e servizi di qualità;
  • una piattaforma aperta, integrabile con le piattaforme di elearning - prima tra tutte Moodle;
  • una piattaforma che consente il tracking fine delle azioni, per misurare uso ed efficacia delle funzionalità;
  • una piattaforma basata su standard per dati e metadati (Docbook e Html5; Doi, Onix e Marc21; Ims/Lti).

Ogni libro consente a ciascun studente di accedere gratuitamente per 1 mese a un capitolo. Con le università e biblioteche sono possibile accordi specifici. Per saperne di più, scrivete a info@pandoracampus.it.

Le funzionalità principali

Tutto il testo, come (e meglio) che a stampa

Pandoracampus contiene tutto il manuale, ripensato per lo studio su computer e su tablet. L’ambiente di lettura - il reader - consente di focalizzarsi sul contenuto, con l’indice visualizzabile solo quando necessario, per passare rapidamente da un punto all’altro. Il testo è presentato per unità di apprendimento, le pagine dell’edizione a stampa sono sempre indicate, gli indici dei nomi o per argomenti hanno link attivi, così come sono attivi i riferimenti interni del testo.

Oltre il libro

A seconda del manuale, schemi, mappe, glossari e flashcard, video, gallerie di figure, cronologie e grafici interattivi, link ad altri siti, testi di approfondimento aiutano a capire meglio i contenuti. Diverse tipologie di esercizi (vero/falso, a scelta multipla, fill in the blancks, a risposta aperta) permettono una prima verifica dell'apprendimento.

La possibilità di sperimentare

Pandoracampus si propone anche come strumento di sperimentazione. Attraverso accordi specifici, le università che vogliano cogliere ed esplorare le nuove possibilità del digitale, posono offrire un ambiente di studio e insegnamento innovativo.

Una piattaforma per aiutare docenti e studenti

Pandoracampus offre alle università la possibilità di migliorare i servizi agli studenti, accompagnandone e monitorandone lo studio. Nel rispetto della privacy, a docenti e università offre infatti dati sulla progressione nelle letture, e informazioni su possibili difficoltà di apprendimento.

Il prestito digitale

Il prestito digitale prevede l'acquisto di crediti che gli studenti possono utilizzare su titoli necessari allo studio sotto il controllo dell'università. L'accesso avviene attraverso l'autenticazione federata IDEM, cioè utilizzando i normali codici che l'università asssegna a ciascuno.

Una piattaforma aperta, pronta per il mobile learning

Pandoracampus è basata su standard: Html 5 per il testo, Ims/Lti per l’interoperabilità delle risorse, Doi per l’identificazione di libri, capitoli e sezioni, Marc 21 per i metadati. Questo consente tra l’altro l’integrazione con le principali piattaforme di elearning e i Mooc.
Inoltre, Pandoracampus è pronta per il mobile learning: sempre più pagine sono responsive cioè si adattano al device utilizzato; il testo è suddiviso in unità di lettura brevi, il ritmo di studio è monitorato e personalizzabile, si passa dal testo alla verifica e viceversa;

To be continued...

Per le università Pandoracampus prevede tra l’altro:

  • l’integrazione con opac, collezioni digitali di riviste e volumi, altre banche dati
  • l’integrazione con Blackboard